L’upgrade per PS5 di Horizon Zero Dawn offre un’esperienza impeccabile a 60fps – articolo

2165909 EMTZO2
tips

In un evento virtuale Gamescom relativamente scarno di contenuti, la release di un upgrade gratuito a 60fps di Horizon Zero Dawn per PS5 ha sicuramente lasciato il segno, consentendo a un altro classico first party Sony di esprimersi al meglio con l’esperienza a pieno frame-rate. Questa patch è interessante perché sbloccare i 60fps non è facile come attivare un interruttore, come dimostrato dalla versione iniziale per PC dello scorso anno. Questa edizione ha messo in luce il fatto che togliere semplicemente il limite di frame-rate comporta una serie di problemi in un gioco programmato per girare a 30fps. Semplificando il concetto, è chiaro che questa patch ha un bel lavoro dietro ed è plausibile che molte delle soluzioni adottate dalla revisione della versione PC siono state impiegate anche per questo upgrade per PS5. Guerrilla ha fatto un bel lavoro a questo giro.

Ma quindi cosa fa questa patch all’atto pratico? Horizon Zero Dawn segue virtualmente la strada spianata da God of War, Days Gone e dalle patch iniziali di Ghost of Tsushima, con una grafica che rimane inalterata, frame-rate sbloccato e v-sync impostato a 60fps. Questo implica che è in azione il 2160p checkerboarding, ma anche che la modalità di rendering alternativa a 1368p della PS4 Pro è stata cannata perché ridondante. Nonostante non ci siano upgrade alle opzioni di rendering, si ha la percezione che la grafica sia migliorata semplicemente grazie al raddoppio del frame-rate, visto che gli artefatti prodotti dal checkerboarding adesso rimangono su schermo per un solo fotogramma ogni due. Su schermi piatti moderni questo aiuta non poco, gli artefatti si notano di meno.

Parlando di prestazioni, otterrete effettivamente un’esperienza a 60fps bloccati, decisamente perfetta. Anche in modalità retrocompatibile la PS5 fornisce un sostanziale upgrade rispetto alla PS4 Pro, grazie a 2,5x di potenza computazionale e al doppio della banda di memoria. Nelle precedenti patch ‘back-compat plus’ dei titoli first-party, abbiamo visto questo tradursi in un balzo di prestazioni pressoché in linea con l’aumento di potenza compute disponibile. Nello specifico, con Horizon Zero Dawn, abbiamo notato solamente un piccolo calo durante le cut-scene, ma per il resto il gioco girava inchiodato a 60fps. Ci possono essere rari casi in cui le prestazioni perdono un paio di fotogrammi rispetto ai 60, ma è veramente difficile notarle.

Leggi altro…

tips
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notify me
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments