Apsulov: End of Gods recensione – Un horror insolito, un’occasione mancata

2171666 4rcs1K
tips

Esiste la fantascienza ed esiste la mitologia: una narra di ipotetici futuri e l’altra di fantasiosi passati. Poi c’è Apsulov: End of Gods, che prende spunto da entrambi questi filoni, li miscela e dà vita ad un horror potenzialmente molto interessante. Come spesso accade l’orrore si scatena in seguito all’ossessiva curiosità dell’essere umano, che scavando sempre più in profondità alla ricerca di “qualcosa” finisce per risvegliare ciò che sarebbe dovuto rimanere sepolto per sempre.

A farne le spese in questo caso è una donna di cui vestiremo gli scomodi panni fin dal suo risveglio in uno strano laboratorio sotterraneo. È vittima di uno strano esperimento e a condurlo è una strana voce che assomiglia molto a quella di GLaDOS della serie Portal. A quanto pare in lei sono riposte le speranze di creare un essere superiore, una predestinata… ma queste vengono spazzate via da un test fallito (e non importa quanto proverete a ripeterlo, lo fallirete comunque).

Leggi altro…

tips
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notify me
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments